Al momento stai visualizzando Tavolo sulla CAA

Tavolo sulla CAA

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:News

Si è svolto venerdì 14 giugno presso la Regione Lazio un Tavolo sulla CAA, volto ad affrontare le criticità concernenti gli interventi relativi all’Assistenza alla Comunicazione Aumentativa Alternativa nel prossimo anno scolastico, già evidenziate nel comunicato stampa FISH Lazio del 23 maggio u.s. 

All’incontro erano presenti, oltre al presidente Rocca, l’Assessore all’Inclusione Sociale e Servizi alla Persona Massimiliano Maselli, l’Assessore al Lavoro, alla Scuola e Formazione Giuseppe Schiboni, le direttrici regionali Elisabetta Longo e Ornella Guglielmino, la dott.ssa Agnese D’Alessio (Area Diritto allo Studio Scolastico e Universitario) e i rappresentanti della FISH Lazio (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) Daniele Stavolo, della FAND Lazio (Federazione delle Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità) Giuliano Cardone, della Consulta Regionale Disabilità Umberto Gialloreti, e dell’ANCI Lazio Lina Novelli.

Durante l’incontro la Regione Lazio ha confermato che, a partire dall’anno scolastico 2024-2025, sarà onere dei Comuni garantire l’assistenza alla CAA ai bambini dei nidi e della scuola dell’infanzia, e agli alunni della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado, e ha ribadito allo stesso tempo l’impegno di spesa in favore delle Amministrazioni comunali previsto dalla Determinazione della Direzione ISTRUZIONE FORMAZIONE E POLITICHE PER L’OCCUPAZIONE n. G06461 del 29/05/2024.

Pur apprezzando la lodevole e significativa decisione assunta dalla Regione e la disponibilità al confronto, la FISH Lazio esprime viva preoccupazione in quanto l’intervento economico, così strutturato e poco mirato agli effettivi bisogni, da solo non basta a garantire, con la ripresa delle attività educative scolastiche la lineare continuità degli interventi senza generare disparità di trattamento tra i destinatari degli stessi.

A pochissimo tempo dall’inizio del nuovo anno scolastico è urgente avviare un percorso condiviso che possa individuare soluzioni alle criticità ancora presenti, attraverso l’apertura di un dialogo interistituzionale costruttivo e responsabile, indipendentemente dalle differenti posizioni politiche, che non sono di assoluto interesse delle Persone con disabilità e delle loro famiglie, e che rischiano di creare gravi danni ai bambini e ai ragazzi che inizieranno la scuola a settembre.
La FISH Lazio, Federazione maggiormente rappresentative delle Persone con disabilità, è pronta come sempre a fornire il proprio contributo, con le competenze maturate in questi anni di Servizio da parte della Regione.