La valutazione del sostegno scolastico in favore degli alunni con disabilità

 

DATI, CIFRE, PROPOSTE

L’Ufficio Scolastico Regionale del Lazio ha effettuato un’analisi di dati quantitativi riguardo il sostegno in favore degli alunni con disabilità. Nel Lazio gli alunni con disabilità sono il 3,5% (media nazionale 2,5%). Gli alunni con disabilità sono 25.777, rispetto a tale bacino di bisogno sono assegnati 6.245 insegnanti di sostegno in organico, 2.641 insegnanti di sostegno assegnati in adeguamento e 4.066 insegnanti di sostegno assegnati in deroga. Per un totale di 12.952 insegnanti di sostegno. Nella provincia di Roma si concentrano il 70% degli alunni con disabilità. Nella provincia di Roma la loro distribuzione è la seguente:

Ordine e grado di scuola Alunni con disabilità psicofisica % sul totale Alunni con disabilità uditiva Alunni con disabilità visiva Totale
 Infanzia  1216  93%  43 44  1303
Primaria 7761 94,8% 257 165 8183
Secondaria I gr.  5144 94.9% 133 142  5419
 Secondaria II gr. 3706 92,7% 175 115  3996
 Totale 17827 94,3% 608 466  18901

 

Da tale indagine sono emersi alcuni elementi di riflessione, che sono stati oggetto di una riunione cui hanno partecipato, oltre la FISH Lazio, le direzioni regionali della sanità, istruzione, politiche sociali, centro di neuropsichiatria infantile dell’Università di Roma “La Sapienza” ed il coordinamento degli operatori ASL del Lazio. Nell’incontro sono state esposte le modalità di realizzazione della valutazione del bisogno educativo da parte dei servizi sanitari. Da ciò è emersa una disomogeneità sia rispetto i criteri che riguardo ai soggetti che effettuano la diagnosi. In tal senso Salvatore Nocera (vicepresidente FISH) ha sollecitato l’adozione di un atto regionale, in rispetto di quanto previsto dal DPCM n. 185/2006, che definisca i soggetti abilitati a richiedere il sostegno scolastico, criteri uniformi di valutazione in rispetto della normativa della OMS e una modulistica chiara ed uniforme.

La Direzione del Dipartimento Istruzione ha fatto presente che le nuove iscrizioni per il prossimo anno scolastico saranno effettuate a gennaio 2014. La Direzione del Dipartimento Sanità della Regione Lazio a assunto l’impegno di avviare e realizzare l’atto. La FISH Lazio ha inoltre sollecitato l’USR ad adoperarsi per la realizzazione di corsi di formazione in favore dei docenti curriculari ed il rispetto del numero di alunni per le classi in cui siano presenti alunni disabili. Il percorso avviato, ci conforta auspicando l’adozione di una suddivisione fra i diversi bisogni educativi speciali, in un’ottica di vera inclusione che non assegni all’insegnante di sostegno l’esclusività di realizzazione del progetto educativo, porta di accesso all’impiego del sistema delle “aule di sostegno” e creando di fatto un modello di scuola differenziata all’interno dello stesso stabile.

Da qui a breve la FISH Lazio chiederà un incontro con la direzione della Sanità della Regione Lazio per comprendere il percorso operativo che si intende avviare.