riforme inclusive

Persone con disabilità sensoriali. Servono riforme inclusive

La FISH Lazio esprime forti perplessità in merito alla proposta di Legge Regionale n. 98 dell’11 novembre 2013, concernente la “disposizione per la promozione del riconoscimento della lingua italiana dei segni e per la piena accessibilità delle persone sorde alla vita collettiva. Disciplina dello screening uditivo neonatale”.
La proposta necessita di urgenti, quanto imprescindibili emendamenti, che tengano conto dei reali e molteplici bisogni delle persone sorde, fin dal momento della nascita, i quali non possono limitarsi al riferimento allo screening uditivo neonatale.
Si pone in maniera discriminatoria e lesiva dei diritti e delle garanzie per le Pari Opportunità e l’inclusione delle persone sorde, in modo particolare dei bambini e dei giovani, che non si ritrovano in nessuna delle situazioni descritte.
A tale proposito si chiede il rinvio dell’esame della proposta ed un approfondimento che consenta una maggiore attenzione alle possibilità di inclusione comunicativa fra persone sorde e persone non sorde, evitando processi di autoesclusione.